ARTE, CATENE E LIBERTÀ, IL SEGRETO DELLO SGUARDO


Una vicenda tutta al femminile nella Venezia del Settecento: da una parte Rosalba Carriera, prima pittrice d’Europa, dall’altra una delle musiciste senza volto che vive nell’ospedale della Pietà. Legate dall’Arte, che diviene in modi diversi ora catena e ora libertà, queste donne si descrivono, sfiorandosi senza mai guardarsi. Rosalba Carriera è luce, possibilità, espansione, coronamento di sogni; la musicista senza nome rappresenta invece la parte nascosta della società, lo sfruttamento e l’anonimato, l’arte vissuta come unico appiglio di sopravvivenza.

ARTE, CATENE E LIBERTÀ, IL SEGRETO DELLO SGUARDO


error: Content is protected !!