alessandra borin soprano home 1

A PROPOSITO DI ME

Soprano, Attrice e Scrittrice.

Attiva in rassegne e manifestazioni culturali in Italia e all’estero, prediligo progetti di ricerca musicale.
Affronto spesso repertori di rara esecuzione che spaziano dal Barocco al Romanticismo, fino alla musica contemporanea.

Mi interesso alle live performance sia di improvvisazione libera che nell’ambito di proiezioni di pellicole per il cinema muto, con cui metto alla prova la mia creatività musicale e il rapporto tra suono e immagine.

Autrice di sceneggiature su commissione di enti pubblici e privati, mi piace l’idea di uno spettacolo emotivamente coinvolgente, per questo da anni porto in scena come performer i Concerti Teatrali ®, spettacoli tra teatro e musica in cui unisco in maniera nuova e originale la recitazione e il canto e che hanno come obiettivo la contestualizzazione artistica del patrimonio storico musicale che eseguo.

Alessandra Borin
Soprano

POUR CHANT ET ORGUE
LO STILE FRANCESE TRA SETTECENTO E OTTOCENTO

- 20 NOVEMBRE 2020 -
Ore 20:45

Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista – Ca' dei Fabbri Minerbio (Bo)

Il concerto è inserito all’interno della rassegna Organi Antichi un patrimonio da ascoltare, festival organistico Internazionale giunto alla 32esima edizione.

Il programma, scelto con cura, sarà un’occasione per ascoltare brani di rara esecuzione come il Paratum cor meum di Andre Campra o alcuni brani spirituali di Charles Gounod e altri estremamente accattivanti, sia vocali che strumentali di di Lefébure-Wèly come O salutaris hostia, Impromptu o Postlude, per finire con le armonie contrastate e appassionate del Tota pulchra es Maria di Ernst Chausson.

La scelta dei registri in alternanza tra colori trionfali e meditativi saranno tutti volti ad esaltare lo strumento presente nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a Ca’ dei Fabbri frazione di Minerbio, un vero patrimonio artistico costruito da Cesare, Quintino e Ferdinando Rasori nel 1856 e restaurato della ditta Ruffatti di Padova nel 1999.

Cristina Zanella
Organo

  • 00Giorni
  • 00Ore
  • 00Minuti
  • 00Secondi
alessandra borin ian mistrorigo improvvisazione live performance

LA NAVE di G. D'annunzio
PROIEZIONE SEQUENZE DEL FILM
- 1 OTTOBRE 2021 -
Ore 21:00

TEATRO MODERNISSIMO, NOVENTA VICENTINA (VI)

In occasione del 1600 anni dalla nascita di Venezia, il festival di storia Venezia da Terra offre al pubblico la proiezione con musica improvvisata dal vivo di alcune importanti sequenze del film La Nave di G. D’Annunzio del 1921.
Il soprano Alessandra Borin, accompagnata al pianoforte da Ian Mistrorigo si cimenteranno nella pratica dell’improvvisazione su cinema muto, tipica dell’epoca che precedette il sonoro.
 
Per informazioni e prenotazioni potete visitare la pagina evento del Festival Venezia da Terra.

IL CABARET DEGLI AMORI PERDUTI
- 8 OTTOBRE 2021 -
Ore 21

BAR MATTEOTTI, VICENZA

Alessandra Borin Voce 
Diego Ferrarin Chitarra 
Tra narrazione onirica e canto, musiche di E. Piaf, B. Holiday, E. Fitzgerald

C'era una volta. I grandi classici dell'opera e della musica da film, da Puccini a Morricone
- 23 OTTOBRE 2021 -
Ore 17:15 e 21:15

TEATRO SALIERI, LEGNAGO (VR)

Un grande concerto classico tra duetti, valzer, ed arie per sognare ancora la bellezza dell’arte e delle voci. Gli artisti saranno: 
  • Alessandra Borin (Soprano),
  • Floriana Sovilla (Mezzosoprano),
  • Maecio Gomes (Tenore)
Verranno accompagnati dal Cororchestra città di Thiene.
Alla bacchetta il maestro Gianluigi Lombardo.
 
Per prenotazioni e info 338 14 89895
0
Concerti eseguiti
0
Progetti Attivi
0
Collaborazioni
0
Registrazioni Audio
0
Sceneggiature scritte

LA MIA IDEA DELL'ARTE

Ogni forma d’arte dovrebbe intrecciarsi con la vita quotidiana poiché attraverso suoni, colori, gesti e strutture, rende visibili e concreti gli universi più nascosti e profondi della psiche umana.
L’Arte è un punto di congiunzione, un dialogo tra mondi diversi di esperienze, in cui potersi immergere per confrontarsi e quindi arricchirsi.

Il linguaggio artistico diventa così un mezzo fondamentale per istruire, elevare e risvegliare nell’essere umano domande e consapevolezze.

L’Artista, di conseguenza, si rende elemento necessario della società, perché nell’atto di condividere la sua idea di mondo, offre un punto di vista “altro”, e pone l’accento su sensibilità che la frenesia dell’era moderna tende sempre più a relegare in secondo piano.

alessandra borin soprano home 2

CONCERTI TEATRALI

Nuovo Format d'Arte Creativa

Prediligo la voce come mezzo d’espressione, ma con il tempo ho compreso come il canto stesso trovi ancora più forza nella fusione delle arti.

Attraverso la creazione dei Concerti Teatrali ® mi pongo l’obiettivo di superare la distanza di linguaggio che le sensibilità moderne percepiscono nei confronti del patrimonio musicale classico, ingiustamente definito “vecchio”, per farlo amare e apprezzare ancora nella sua immortale bellezza.

Ponendo l’accento sul piano emotivo, che nell’essere umano non muta col mutare dei secoli, propongo in chiave originale dimensioni musicali e storiche dimenticate che hanno ancora molto da insegnare. Inoltre, con i Concerti Teatrali ® sono riuscita a riunire in un solo spettacolo il canto, la recitazione, la creatività narrativa e il mio amore per la ricerca musicologica.

Credo che l’espressione dell’artista debba muovere non solo dall’istinto di comunicare, ma anche e soprattutto dalla piena acquisizione del messaggio delle tradizioni che è essenziale condividere con chi vuole ascoltarne il messaggio.

Non si può comprendere il presente senza conoscere il passato.

W. Goethe
alessandra borin soprano home concerti teatrali 3
È riuscita nel complesso tentativo di organizzare, dirigere e dirigersi con bravura da professionista navigata. Il tutto confezionando uno spettacolo che ha convito la critica e il pubblico. Di nero vestita la soprano incanta con una dizione perfetta, eloquio impeccabile, naturalezza e una passione che catturano anche lo spettatore meno interessato. Oltre alla voce cantata, inoltre, ella dimostra una lodevole predisposizione attoriale, enfatizzando certe pause nella recitazione per amplificare in maniera più convincente le scene più commuoventi.
Filippo Bordignon
Giornalista

Il Giornale di Vicenza
Alessandra Borin ha scritto con bello stile e rime aggraziate delle piccole storie entro le quali ha incastonato brani di compositori antichi. E’ spigliata ed ha notevole presenza scenica, racconta e sa coinvolgere. Lo spettacolo è attentamente studiato nelle entrate e nelle uscite. La cantante si cambia d’abito e impersona anche un cavaliere spagnolo con tanto di cappello piumato.
Filippo Lovato
Giornalista

Il Giornale di Vicenza